La luna

Da WikiPoesia.
Jump to navigation Jump to search

di Giuseppina Giudice

La luna

La luna si specchiò
nel cielo,
cercò le amiche stelle,
ne scorse qualcuna
in lontananza,
s’intrattenne malinconica,
non potendo confidare
le sue pene d’amore.
Desiderosa d’affetto,
comprensione,
passeggiò nel cielo,
incoraggiata dalla vaga speranza
di incontrare il suo amore.
Attraversò il cielo,
invano.
Un rapido saluto e
si congedò,
nascondendo il suo dolore,
dietro una nube di passaggio.
Vagò per tutta la notte,
non vista.
Il mattino tornò a dormire
sperando in una
notte migliore.
                        

Premi

Premio internazionale Cilento 2002.

Pubblicazioni

"Gocce di rugiada" 2004 edita dal Centro promozione culturale per il Cilento.

Note