Accademia Senese degli Intronati

Da WikiPoesia.
Jump to navigation Jump to search
Accademia Senese degli Intronati

L'Accademia Senese degli Intronati è nata a Siena tra il 1525 e il 1527.

È nata come luogo di ritrovo dell'aristocrazia, la cui prima manifestazione pubblica risale al 1531 con la rappresentazione della commedia Gl'ingannati, anonima, ma secondo vari studiosi da attribuirsi principalmente al filologo modenese Lodovico Castelvetro, che fu membro dell'Accademia.[1]

L'Accademia è ospitata presso il primo piano del palazzo Patrizi-Piccolomini, in via di Città 75 a Siena.

Storia

L´Accademia degli Intronati assunse questo nome a significare il desiderio dei fondatori di ritirarsi dai rumori del mondo, dai quali erano come sbalorditi  per dedicarsi alle commedie e agli studi di lingua e letteratura.[2]

Pubblicazioni (elenco parziale)

  • L'Alessandro, edizione critica con introduzione e note di Florindo Cerreta, Accademia Senese degli Intronati, Siena, 1966
  • I prigioni di Plauto - tradotti da l'intronati di Siena, A cura di Nerida Newbigin, Accademia Senese degli Intronati, Siena, 2006[3]
  • Alcune lettere amorose, riproduzione della prima edizione dell'opera (Siena, Bonetti, 1571), Accademia Senese degli Intronati, Siena, 2007[4]
  • Discorso fatto in tempo di Repubblica per le veglianti discordie de' suoi concittadini, Alessandro Piccolomini, a cura di Eugenio Refini e Franco Tomasi, Accademia Senese degli Intronati, 2008[5]
  • L'opera poetica di Virginia Martini Salvi, Konrad Eisenbichler, Accademia Senese degli Intronati, Siena, 2012[6]
  • La Viola e altre rime per musica di Francesco Baldovini, Giulia Giovani, Accademia Senese degli Intronati, Siena, 2019[7]

Visita ufficiale di WikiPoesia

In data 2 settembre 2020 una delegazione di WikiPoesia ha incontrato il vicepresidente dell'Accademia Senese degli Intronati presso la sede stessa.

Collegamenti esterni

https://www.accademiaintronati.it

Note

  1. Accademia degli Intronati. (22 ottobre 2019). Wikipedia, L'enciclopedia libera. Tratto il 4 settembre 2020, 08:13 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Accademia_degli_Intronati&oldid=108412025. - licenza CC-BY-SA 3.0
  2. http://www.accademiaintronati.it/storia-dellaccademia/
  3. ISBN 9788889073063
  4. ISBN 887676748
  5. ISBN 9788889073124
  6. ISBN 9788889073186
  7. ISBN 9788889073414