Differenze tra le versioni di "Wiki Fiorino"

Da WikiPoesia.
Jump to navigation Jump to search
Riga 16: Riga 16:
 
*Il Fiorino non è garantito da un fondo in euro e non è riconvertibile in euro.
 
*Il Fiorino non è garantito da un fondo in euro e non è riconvertibile in euro.
 
*E' una moneta garantita da un Fondo di Garanzia che non è stato finanziato da una raccolta in euro. Come per le altre monete complementari, si basa sulla accettazione volontaria: chi vuole la può accettare, chi non si fida non la accetta.
 
*E' una moneta garantita da un Fondo di Garanzia che non è stato finanziato da una raccolta in euro. Come per le altre monete complementari, si basa sulla accettazione volontaria: chi vuole la può accettare, chi non si fida non la accetta.
*Il Fiorino non generare interessi pecuniari. L’art. 1282 del Codice Civile prevede infatti che i crediti di natura pecuniaria facciano sorgere il diritto per il creditore agli interessi, quindi ad ottenere una somma superiore a quella già dovuta, che rappresenta il corrispettivo per il creditore per essersi privato di liquidità monetaria.
+
*Il Fiorino non genera interessi pecuniari. L’art. 1282 del Codice Civile prevede infatti che i crediti di natura pecuniaria facciano sorgere il diritto per il creditore agli interessi, quindi ad ottenere una somma superiore a quella già dovuta, che rappresenta il corrispettivo per il creditore per essersi privato di liquidità monetaria.
 
*L’obbligazione che sorge dallo scambio effettuato con le monete complementari non è considerata un’obbligazione pecuniaria, ovvero un debito di una somma di denaro, ma una prestazione di dare o di fare che verrà definita solo successivamente al momento dell’impiego della moneta al prossimo acquisto all’interno della comunità.
 
*L’obbligazione che sorge dallo scambio effettuato con le monete complementari non è considerata un’obbligazione pecuniaria, ovvero un debito di una somma di denaro, ma una prestazione di dare o di fare che verrà definita solo successivamente al momento dell’impiego della moneta al prossimo acquisto all’interno della comunità.
 
*Il Fiorino è una unità di conto e non una riserva di valore.
 
*Il Fiorino è una unità di conto e non una riserva di valore.

Versione delle 15:01, 8 apr 2020

Fior di Conio - Wiki Fiorino

Wiki Fiorino è un progetto creato nel 2020 per supportare la creazione di "Una moneta per la Cultura".

Il Fiorino è una moneta complementare nata in occasione del Covid-19 con i seguenti scopi:

  • fronteggiare la crisi economica innescata dal Covid-19 che ha colpito il mondo della Cultura;
  • attivare un risposta efficace in grado di istituire un circuito di imprese legate alla Cultura e pronte a mettersi in gioco con uno strumento innovativo;
  • avviare un circolo virtuoso di scambi di moneta complementare (basati sulla fiducia) sia in Italia che all'estero.

Caratteristiche principali

  • Il Fiorino è stato legato alla figura di Dante Alighieri, poeta, filosofo e riformatore.
  • Il Fiorino non ha corso legale.[1]
  • E' acquistabile esclusivamente mediante il sito www.dantecoin.org ed è accettata e spendibile all'interno di un circuito di imprese che hanno aderito al progetto.
  • Il Fiorino è una moneta complementare all'euro ed ha un valore parametrizzato ad un Kg di grano.
  • Il Fiorino non è garantito da un fondo in euro e non è riconvertibile in euro.
  • E' una moneta garantita da un Fondo di Garanzia che non è stato finanziato da una raccolta in euro. Come per le altre monete complementari, si basa sulla accettazione volontaria: chi vuole la può accettare, chi non si fida non la accetta.
  • Il Fiorino non genera interessi pecuniari. L’art. 1282 del Codice Civile prevede infatti che i crediti di natura pecuniaria facciano sorgere il diritto per il creditore agli interessi, quindi ad ottenere una somma superiore a quella già dovuta, che rappresenta il corrispettivo per il creditore per essersi privato di liquidità monetaria.
  • L’obbligazione che sorge dallo scambio effettuato con le monete complementari non è considerata un’obbligazione pecuniaria, ovvero un debito di una somma di denaro, ma una prestazione di dare o di fare che verrà definita solo successivamente al momento dell’impiego della moneta al prossimo acquisto all’interno della comunità.
  • Il Fiorino è una unità di conto e non una riserva di valore.

Idea progettuale

Il Direttore della Banca Centrale di WikiCultura è Michele Scaciga (tesoriere di WikiPoesia) e anche Coin Designer.

La Banca Centrale di WikiCultura emette Fiorini e rifornisce la Banca della Cultura (applicazione), ospitata sul sito www.dantecoin.org - è rispettato il divieto di emettere la moneta complementare sotto forma di banconote (Artt. 141, 142 del Regio Decreto n.204 del 1910).

  • Il Circuito di imprese aderenti deve essere adeguatamente diversificato ed equilibrato.
  • Al circuito basato sul meccanismo di compensazione debiti/crediti possono aderire solo i titolari di partita IVA.

White Paper

Il White Paper è quel documento in uso nelle ICO per piazzare una criptovaluta.

Nel nostro caso il White Paper consiste nel progetto vero e proprio: qui inizia, si sviluppa e si completa. Non è necessario cercare altre fonti per comprendere il progetto perché è delineato punto per punto in questa pagina.

L'Accreditamento

Dal 27 giugno fino al 31 dicembre 2020

  • Puoi prenotare dei Fiorini e ti obblighi a pagare quando sarà possibile acquistarli.

L'acquisto di Fiorini

Dal 1 gennaio 2021 sarà possibile acquistare i Fiorini, con pagamento in euro o mediante criptovaluta.

Nella prima emissione saranno "coniati" 14.223 Fiorini.[2]

Dove puoi spendere i Fiorini, chi li accetta

Il Circuito di imprese aderenti è in via di costituzione, può essere diffusa e accettata anche da entità pubbliche: dunque accrescendone la referenzialità; magari all'inizio intanto solo per alcune qualità di imposte, multe, mense sociali, e altri piccoli servizi; Qualificandosi come "Moneta della Cultura" dovrebbe essere accettata da Musei, Mostre, Case Museo che aderiscono al circuito del Fiorino.

  • WikiPoesia

Cosa puoi acquistare con i Fiorini

  • Catalogo di WikiPoesia
  • Spazi su Radio WikiPoesia
  • Banner pubblicitari per le tue iniziative culturali
  • Servizi e prodotti in convenzione tra cui Fiorini d'Oro.

Depositi e prestiti

  • Come tutte le valute, anche i Fiorini possono essere depositati presso la Banca della Cultura.
  • E' anche possibile ricorrere ad un prestito in Fiorini a zero interessi.

Fondo di Garanzia

Qualche tempo fa si pensava che il Dollaro USA avesse una garanzia fatta di lingotti d'oro – che avesse valore perché Fort Knox era pieno d’oro, non è così. Non c’è più alcuna garanzia aurea.

Oggi, davvero pochi studenti hanno ancora simili convinzioni.

La valuta è “fiat” – non ha “nulla” che la garantisca. Beh, magari “qualcosa”.

Il nostro "qualcosa" è rappresentato da un fondo di garanzia il cui Custode è Didier Pellissier ed è composto da:

  • 100 poesie pubblicate su WikiPoesia
  • Alberi e sementi donati al fondo
  • Contratto di Garanzia per 14.223 Kg di grano

Il fondo vale 14.223 Fiorini, tanti quanti ne verranno messi in circolazione.

Il fondo non è stato creato da una raccolta in euro.

Normativa italiana

Il Codice Civile italiano prevede la possibilità il reciproco trasferimento di beni o servizi, in quanto trattasi di ‘permuta’. L’art. 1552 c.c. recita: << La permuta è il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all’altro.>> . Nonostante nella permuta si abbia lo scambio di un bene con un altro bene essa è un contratto consensuale e non reale (1376 c.c.); è un contratto ad effetti reali e, per definizione, oneroso. Rispetto alla vendita (1470 c.c.) il pagamento di un prezzo in denaro è sostituito dal trasferimento della proprietà di una cosa; come per essa, possono essere necessarie una certa forma e la trascrizione a seconda dell’oggetto (1350, 2643, n. 1 c.c.) . Non viene stabilito un prezzo: peculiarità del contratto di permuta infatti è quella di trasferire beni o diritti acquisiti, essendo peraltro una versione più moderna dell’antico metodo del baratto. Quando gli scambi avvengono tra operatori economici nell’esercizio di una impresa o nell’esercizio di arte o professione costituiscono operazioni imponibili ai fini IVA (art. 1 DPR 633/72). Si tratta di processi soggetti ad IVA (consegna dei beni e/o servizi, art. 2 e 3 DPR 633/1972). L’operazione di scambio o di baratto si qualifica fiscalmente come un contratto di permuta (art. 1552 C.C.), tali operazioni sono regolate dall’art. 11 e dall’art.13, comma 2, lett. d), del D.P.R. 633/1972.

Normativa europea

Con la Direttiva UE 2018/843 del Parlamento e del Consiglio europeo, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea come L 156 del 19.06.2018, l’Unione Europea ha riconosciuto e normato i sistemi di pagamento alternativi all’euro, dando loro piena legittimità. La direttiva dovrà essere recepita dai vari Stati entro il 10 gennaio 2020.

Ecco la definizione data ad esse dalla UE:

“Una rappresentazione di valore digitale che non è emessa o garantita da una banca centrale o da un ente pubblico, non è necessariamente legata a una valuta legalmente istituita, non possiede lo status giuridico di valuta o moneta, ma è accettata da persone fisiche e giuridiche come mezzo di scambio e può essere trasferita, memorizzata e scambiata elettronicamente“.

Secondo le indicazioni della UE ogni azienda può fatturare fino ad una percentuale massima del 20% in una moneta che non abbia corso legale. Chiaramente le imposte su questa percentuale di fatturato devono essere pagate in euro o comunque in valuta nazionale.

Bibliografia

Elenco di altre monete complementari


Nome moneta Area di utilizzo Paese Anno di introduzione
EuroBexB Italia Italia 2001
Crevit Italia Italia 2014
Sardex Sardegna Italia 2009
Tibex Lazio Italia 2013
Venetex Veneto Italia
Piemex Piemonte Italia
Liberex Emilia-Romagna Italia
Linx Lombardia Italia
Circuit de Comerç Social Barcellona Spagna
Ora Orania Sudafrica

Nel mondo

I sistemi di scambio non monetario che maggiormente utilizzano valute complementari sono il MORE (Member Organised Resource Exchange system) presente negli Stati Uniti (Ithaca Hours) e in Giappone, il LETS (Local Exchange Trading System) diffuso in Gran Bretagna e Australia, il ROCS (Robust Complementary Community Currency System) inglese, il SEL (Système d'Echange Local) e il Tronc de Services comuni in Francia e in Paesi francofoni, i RERS (Réseaux d'échange Réciproque des Savoirs) diffusi in Francia, Svizzera, Belgio e Paesi Bassi, la banca del tempo attiva in Italia, Svizzera e Spagna, i Tauschring e il Wir sviluppatisi in Germania e Svizzera.

Note

  1. Art 1278 Codice Civile
  2. La Divina Commedia consta di più di quattordicimila (esattamente 14.223) endecasillabi, distribuiti in cento canti di oscillante ampiezza (da un minimo di 115 a un massimo di 160 versi), raggruppati in tre cantiche quantitativamente prossime: -l'Inferno composto di 34 canti (il primo è introduttivo all'intero poema), in totale 4720 versi; - il Purgatorio di 33 canti per una somma di 4755 versi; -il Paradiso di 33 canti con 4758 versi in tutto.