Goccia di silenzio

di Demo Martelli

Goccia di silenzio

Dalla strada dove arriva la vita,
tocca la gobba alla luna:
ti porterà fortuna.

Mangerai pane di fiorito azzurro
spalmato con il balsamo del mosto,
per essere tenace, come il cactus
che resiste, al morso dell'arsura.

E quando smetterai di invecchiare,
lasciando vuoto il nido come le gazze,
non chiedere il perché.

Là, nella luce fredda delle stelle
dove la morte siede per guardare,
canta, a voce alta,
una melodia che ti riscaldi!

Prima di essere goccia di silenzio
nella bonaccia dell'eternità.
                                       

Premi

2016 Premio Internazionale di Pittura e Poesia “Regina Margherita”

Note