Ed il cielo era azzurro

di Giovanni Ronzoni


Ed il cielo era azzurro


Sei tornata dall’Eterno
vivevi nel cobalto della casa nel cielo
dove magma infuocati erano nutrimenti
abbracciavi levigati bianchi marmi
baluardi delle tue solitarie vie

Ed il cielo era azzurro

Non seppellivi i tuoi tesori
il tuo sangue era profumato
non eri colpevole dell’onestà
vedevi nuclei
dove i magneti erano vuoti
avevi libertà
scrivevi sparsi appunti
incidevi pensieri su rupestri rocce
sottraevi alla realtà
alla ricerca dell’anima dei luoghi
trovando essenziale materia
e
spiritualità

Ed il cielo era azzurro

Sacrificavi il tuo Spirito
di mestiere
continuamente in trasformazione
respiravi lenta
perseverante prova
ma con testarda tenacia costanza
alla ricerca della verità

Ed il cielo era azzurro




Premi:

2020 Primo posto per la sezione silloge in Premio Solstizio d’Estate – San Giovanni Valdarno, con le opere presentate insieme: