Davide Rocco Colacrai

Da WikiPoesia.
Versione del 9 ott 2020 alle 08:28 di Admin (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Davide Rocco Colacrai è nato a Kilchberg Zurigo il 21 agosto 1981.

Vive e lavora a Terranuova Bracciolini, in provincia di Arezzo.

Ama presentare i suoi libri sotto forma di spettacoli di “poesia in teatro”, con cui gira da alcuni anni l’Italia e per i quali è stato premiato dal Comune di Fucecchio nell’ambito del Premio “Affabula – L’arte di raccontare storie”.

Hanno scritto di lui Alfredo Rienzi, Carmelo Consoli, Livia De Pietro, Armando Saveriano, Italo Bonassi, Flavio Nimpo, Mauro Montacchiesi, Gordiano Lupi, Alfredo Pasolini, Massimo Pasqualone, Anna Manna, e molti altri.

Nel tempo libero, insegna matematica, studia recitazione, è autore radiofonico per whiteradio.it, Colleziona 45 giri da tutto il mondo (ne possiede duemila), è  appassionato di storia moderna, ama leggere, praticare sport all’aria aperta con il suo cane Mitty e viaggiare.

Premi (Elenco parziale, primi posti)

2009

  • Premio di Poesia “Santa Maria delle Grazie di Carosino” Edizione 2009 con Farfallina (La forza della vita) (Sezione riservata agli adulti)
  • Premio “Artemia – Napoleone Vitale” con la poesia Cara figlia

2010

  • Poesia in Piazza 2010 (Premio Speciale “Artisti in Erba”) con Regia di vita
  • Concorso di Poesia “Cardinal Branda Castiglioni” con Anche mia madre (sezione poesia in lingua italiana)Festival di Sinnai “Il colore rosa"
  • Premio Internazionale “Invito alla poesia” con L’ultima rosa di Jürgen
  • Concorso artistico – letterario “IncontrARTI” con Mimì (sezione poesia inedita in vernacolo)
  • Concorso di Poesia “Michele Pricoco” con La prima neve di Berlino (Ricordo) (sezione poesia in lingua italiana

2011

  • Concorso Nazionale di Poesia “Città di Capo d’Orlando – Salvo Torrisi” (sezione poesia in lingua italiana) con   Il violino di Auschwitz
  • Concorso artistico “Parole ed Immagini” con   Il sipario della Vita (sezione parole ed immagini)
  • Concorso di poesia “Ut unum sint” con   Il presepe di mio padre

2012

  • Concorso di Poesia “PrimaVeraPoesia” con   Mi chiamo Oskar e il mio papà è morto
  • Rassegna “Luigi Blundo –Comune di Monterosso Almo” con   La donna del violino (Ricordi dal Gulag
  • Premio Letterario Internazionale “Europa” della Università della Pace della Svizzera Italiana e della Città di Lugano con   La donna del violino (Ricordi dal Gulag) (Sezione Poesia Singola)Premio di Poesia “Federico Marfoli” (Filettino) con   La donna del violino (Ricordi dal Gulag)
  • Premio Internazionale di Poesia “Maria, Madre del Buon Cammino –Trappitello (Taormina)” con   Senza titolo (Sezione Poesia in Lingua Italiana a tema religioso)
  • Concorso “Parole ed Immagini” (Boves) per   Alba di biancospino senza pietra (Sezione Poesia Religiosa in Lingua italiana)
  • Concorso Letterario “Circolo Pickwick –Besana in Brianza” con   La donna del violino (Ricordi dal Gulag)
  • Concorso <<Una Poesia per la Pace>> (Festeggiamento della Madonna della Rocca –Racalmuto) con   Come un Pastore verso un alba di sogni e di pietà –A Karol Wojtyla
  • Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa “Città di Fucecchio” con   Come due rondini lungo il ciglio del tramonto -A mio figlio (Sezione “In movimento per la vita”)
  • Premio Nazionale di Poesia “Giulio Enaudi – Torre d’Argento” con   I bambini di Kabul (Sezione Poesia in lingua italiana)

2013

  • Premio “Giuseppe Altobello –DLF Campobasso” con   Canto dei miei sette anni (Sezione Poesia in Lingua Italiana)
  • Premio Nazionale di Poesia “Luigi Grillo –Poesia in Toga” (Città di Afragola) con   Come due rondini lungo il ciglio del tramonto –A mio figlio
  • Premio Internazionale “Francesco Terracina –Centro Bachlet” (Città di Cosenza) con   Come un Pastore verso un'alba di sogni e di pietà -A Karol Wojtyla
  • Concorso Internazionale di poesia in lingua e vernacolo salentino per   Come due rondini lungo il ciglio del tramonto –A mio figlio
  • Premio “Marco Ricatti: Poesia e disabilità” (Barletta) per la lirica   Il mio amico, Philippe
  • Premio Letterario “LIBER@ARTE -L’anima delle parole” con   Quando piange un uomo
  • Premio Internazionale di Poesia “Il Paese delle Robbe –Comune di Milena” con   La meccanica del cuore
  • Concorso di Poesia “Parole rubate al pensiero –Premio Gaetano Valle” (Granducato Alzano Sopra) per   Canto dei miei sette anni (Sezione Poesia in lingua italiana)
  • Concorso <<Una Poesia per la Pace>> (Festeggiamento della Madonna della Rocca –Racalmuto) con   Il ricordo di chiamarci Africa
  • Concorso Letterario “Il Pensiero Libero” con   Canto dei miei sette anni (Sezione Poesia Adulti)
  • Premio di Poesia e Narrativa “Luna Nuova” (Sassari) con   Canto dei miei sette anni (Sezione Poesia a tema libero)
  • Premio di Poesia e Narrativa “Luna Nuova” (Sassari) con   Come due rondini lungo il ciglio del tramonto – A mio figlio (Sezione Poesia “Disagio”)
  • Premio di Poesia “Sabatino Circi” con   Canto dei miei sette anni
  • Concorso Letterario “Risvegliare le parole – Comune di San Cesario di Lecce” con   Lo chiamavano l’albatros che mordeva le rose (Sezione Poesia)
  • Premio “Hombres”   La mia valigia di cartone, 1960  (Sezione Poesia)

2014

  • Concorso di Poesia “L’assenza – Paliano” con   Philomena
  • Premio “Donna e…” (Racalmuto) con   Assolo vermiglio (Atto I & II) e Philomena
  • Premio Internazionale di Poesia, Narrativa, Arte e Musica “Albatros” con   C’era una volta l’Argentina di Juan (1979) (sezione poesia)
  • Premio Artistico-Letterario Internazionale “Napoli Cultural Classic” con   C’era una volta l’Argentina di Juan (1979) (Sezione Poesia Inedita Adulti)
  • Concorso Letterario “Fili e Nodi” (Africadegna Onlus) con   Canto per Aleppo (atto unico) (Sezione Poesia)
  • Concorso di Poesia “Il vino, la sua terra e noi” (organizzato dalla delegazione di Arezzo dell’A.I.S.) con   I giorni della vendemmia (1984)
  • Premio “Poesia, Scintilla della Mente -1° Memorial Elisabetta Fazzi (Associazione Sclerosi Tuberosa di Tarquinia)” con   33 (trentatré)
  • Concorso di Poesia “Suggestioni di Colori” organizzato nell’ambito della Festa dell’Artista e dell’Artigianato di Leonforte con   Contrappunto rosso
  • Premio Nazionale di Poesia in Lingua “Maestro Roberto Costanzelli” 2014 con   Il ricordo di chiamarci Africa
  • Premio “Leone di Muggia” bandito dall’Università Popolare di Trieste e dal Comune di Muggia in collaborazione con l’Unione Italiana di Fiume e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri
  • Concorso “Con lo sguardo del cuore” indetto dal Centro Amico Onlus di Ravanusa e dalla Casa dell’Amicizia di Ravanusa con   Il mio babbo ed io (Da un cane al suo padrone)
  • Concorso di Poesia “Campofiorito – Memorial Angelo M.” indetto dalla Coop. Azionale Sociale di Nicosia e dalla Comunità Alloggio San Felice di Nicosia (Sezione Poesia a tema libero)
  • Premio di Letteratura e Poesia organizzato nell’ambito del Festival dell’Arte e della Creatività “SciaccART 2014” con   La vita segreta di un’ape
  • Concorso di Poesia “Enrico Brianza” con   Il nostro noi (Alzheimer)

2015

  • Premio “Aurelia Josz” con   Sono nato a mezzanotte
  • Premio “Carlo Labisi” con   L’esatta cronologia dell’amore
  • Concorso Letterario “Dare vita agli anni”, organizzato da AUSER Volontariato di Forlì – ONLUS, col Patrocinio del Comune di Forlì (Assessorato alla Cultura, Politiche Giovanili, Turismo, Pari Opportunità) per   La sottile bellezza dell’imperfezione (A Momò)  (Sezione Poesia)
  • Concorso di Poesia “Liberamente” organizzato dal Comune di Paliano per   Le variazioni imperfette di un uomo
  • Premio di Poesia “Romolo Liberale” per   Il ricordo di chiamarci Africa
  • Premio Letterario di Poesia “Valeggio Futura” per   L’esatta cronologia dell’amore (Sezione Poesia a tema libero, Adulti)
  • Premio Letterario “Ti prego, amore, ricorda: dott. Vincenzo D’Angelo” per   L’esatta cronologia dell’amore
  • Premio Nazionale di Poesia “Vincenzo Travaglini” (Fara San Martino – Chieti) per   Essere un numero primo (Calcutta, 1947)
  • Premio Nazionale di Poesia Inedita “Carlo Urbani” (Ancona) per   L’esatta cronologia dell’amore
  • Premio di Poesia in lingua italiana e dialetto marchigiano “Paesepoesia – dedicato a Biagino Casci” per   La sottile bellezza dell’imperfezione (A Momò)
  • Concorso “Parole ed Immagini” per   I giorni della vendemmia (1984) (Sezione Poesia a tema libero)
  • Premio Internazionale “La Leonessa – Città di Brescia” per la Sezione Silloge Inedita
  • Premio di Poesia “San Bartolo” (Firenze) con   Essere un numero primo (Calcutta, 1947)
  • Concorso di Poesia del Comune di Zambrone con   Broken (2014 remix)
  • Concorso Nazionale di Poesia Religiosa “I Versi di Dio – omaggio a Carlo Bo” con   La sottile bellezza dell’imperfezione (A Momò)
  • Concorso Nazionale di Poesia “Versi Ambrosiani” (Associazione Culturale Ricreativa Convivio) con   Anche gli angeli hanno la coda (A P.)
  • Pabulum Artistic – Literary Awards “Creativity – Imagination – Courage” con   L’albero di Giovanni (a Giovanni Falcone) – Atto II

2016

  • Premio Letterario “Arco dei Gavi 2015” con   Allo zenit dell’Amore (Sezione Poesia)
  • Concorso di Poesia “Campo Fiorito – Memorial Angelo M.” con   La cronologia esatta dell’amore
  • Concorso di Poesia, Prosa, Musica e Immagini “Artisti per la Pace – Comune di San Vitaliano” con tema “Il contributo delle donne al cambiamento. Le donne per una rinascita dell’umanesimo” con   Janis (a Janis Joplin) (Sezione Poesia)
  • Premio Internazionale Artistico Letterario “Napoli Cultural Classic” con   Parola di una figlia di Madgala (Sezione Poesia a valore religioso)
  • Intersezioni Festival LGBT con   Eva ha due papà
  • Premio Nazionale di Poesia e Narrativa con   Anche gli angeli hanno la coda (dedicata a P.) (Sezione Poesia a tema gli animali)
  • Concorso Nazionale di Poesia “Cuor dei Cuori – dedicato a P.B. Shelley” (Comune di Bagni di Lucca, Pro Loco di Bagni di Lucca, Edizioni Cinquemarzo) con   Ternitti/Eternit
  • Premio Internazionale di Poesia, Narrativa, Arte “Albatros” con   L’uomo dentro
  • Concorso Nazionale di Poesia “Cesare de Lollis” con   Gli eterni ritorni (al poeta B.)
  • Premio Letterario Nazionale “Città di Porto Viro” con   Gli eterni ritorni (al poeta B.)
  • Premio di Poesia “Emozioni e Parole” (Comune di Massa: Centro Socio Culturale Castagnetola) con   Ternitti/Eternit
  • Concorso Letterario “La pelle non dimentica” (tema: la violenza di genere)
  • Premio di Poesia “Un Amore per la Vita – VIII Memorial Giovanni Cosenza” con   La sottile bellezza dell’imperfezione (a Momò)
  • Premio Letterario Nazionale “Forse un mattino” con   L’albero di Giovanni (a Giovanni Falcone): Atto I (Sezione Poesia Adulti)
  • Premio di Poesia “Una poesia per la Pace” (Parrocchia Madonna della Rocca) con   Dall’infinito all’approdo

2017

  • Premio Nazionale di Poesia “Luigi Grillo” con   Il confino (Isole Tremiti, 1939)
  • Premio Nazionale di Poesia "Giulio Enaudi - Torre d'Argento", organizzato dall'Associazione Culturale "Paternò News" con il Patrocinio della Regione Siciliana, del Comune di Catania, del Comune di Paternò, del Lions Club di Paternò e del Kiwanis Club di Paternò, con   Amodio (Storia di plurali al singolare) (Sezione Poesia in lingua italiana)
  • Concorso “Tempo della Poesia” con   Il confino (Isole Tremiti, 1939) (Sezione Poesia in italiano)
  • Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “Cinque Terre – Golfo dei Poeti” (indetto dal Cenacolo Artistico Letterario “Roberto Micheloni”, con i patrocinio del Comune di Portovenere e del Comune di Aulla) per   Ternitti/Eternit (Sezione Poesia Singola)
  • Premio Internazionale “We are the World” organizzato dalla Accademia degli Artisti di Napoli per   Rondini nel cielo che vanno verso il sole – Dio come am(av)o (Sezione Poesia)
  • Concorso “La Riviera dei Monologhi” (Bordighera) con   La parola ovunque (Sezione Poesia)
  • Premio Nazionale di Poesia “Maria Dolens” con   Gli eterni ritorni (al poeta B., 1945)
  • Concorso Nazionale di Poesia “Giugno Locrese” con   Il confino (Isole Tremiti, 1939)
  • Concorso di Poesia “Poeti nel tempo” organizzato dalla Lega Spi-Cgil Luciano Lama di Grosseto e patrocinato dal Comune di Grosseto con   Gli eterni ritorni (al poeta B., 1945)
  • Premio di Poesia “Romolo Liberale” con   Gli eterni ritorni (al poeta B., 1945)
  • Premio Letterario Nazionale di Poesia e Racconto breve “Città di Livorno”, patrocinato dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Livorno e dal Comune di Livorno, con   Canto dei miei sette anni (Categoria Poesia a tema libero)
  • Concorso Letterario Europeo di Poesia organizzato dalla Associazione Rinascita di Piediluco con   Ternitti/ Eternit (Sezione Poesia a tema libero)
  • Premio “Fragrassi”, organizzato dal Comune di Moscufo (Pescara), con   La rivoluzione di mio padre
  • Concorso Internazionale “Locanda del Doge” con   Gli eterni ritorni (al poeta B., 1945) (Sezione Poesia Inedita)
  • Concorso artistico – letterario “Creativity – Imagination – Courage” organizzato dalla Associazione Pabulum per   Mimì, pepe al cuore (Sezione Poesia)
  • Premio Internazionale di Poesia “Memorial Gennaro Sparagna” con   Istantanee Donna (poesie al femminile) (Sezione Poesia Edita)
  • Premio “Le Rosse Pergamene” con   L’esatta cronologia dell’amore (Poesia Singola Edita)

2018

  • Concorso Nazionale “…e adesso raccontami il Natale” con   19:08/ diciannove e zero otto (in ricordo delle vittime della Strage del Treno di Natale) (Sezione Poesia edita o inedita in Lingua Italiana)
  • Premio Letterario Nazionale “Uniti per la legalità” con   La coniugazione astratta del silenzio (a Peppino Impastato)
  • Premio “Prato Città Aperta Edizione 2018” con   Ternitti/Eternit   (Sezione Letteratura)
  • Premio “Affabula – L’arte di raccontare storie”, organizzato dal Comune di Fucecchio, con   Mama Tandoori
  • Trofeo Internazionale “Medusa Aurea” organizzato dalla Accademia Internazionale di Arte Moderna di Roma (Poesia Inedita, Categoria Nazionale)
  • Concorso Letterario “Dare vita agli anni” organizzato da AUSER Forlì con   La coniugazione dei respiro (a Marcélo, amico con Sindrome di Asperger) (Sezione Poesia)
  • Concorso Letterario “Parole e Poesia” organizzato dalla Associazione Culturale “La Nuova Poesia” di Formigine (Modena) con   Le variazioni imperfette di un uomo/ Gli eterni ritorni (al poeta B., 1945) (Sezione Poesia Singola)
  • Concorso di Poesia “Patrizia Buracchi” con   Lessicografia della carne
  • Premio Nazionale Letterario “Nunzia De Donno”, organizzato dal Club UNESCO di Giurdignano, per   Ed io ti chiamerò col mio
  • Premio Letterario Europeo “Massa città fiabesca di mare e di marmo”, organizzato in collaborazione da Comune di Massa, Provincia di Massa Carrara, Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, Versilia Club per   Francesco giocava con le bambole (Volterra, 1959) (Sezione Poesia a tema libero)
  • remio Nazionale di Poesia “Roberto Costanzelli” per   Gli eterni ritorni (al poeta B., 1945)
  • Premio Internazionale “Città di Firenze – Ut Pictura Poesis” per   polaroiD (Sezione Poesia Edita)
  • Premio Letterario “Per Agnese” indetto dalla Associazione Culturale “Sebben che siamo donne…” per   Un’Anna tra le altre (Sezione A – Inediti di poesia)
  • Premio Letterario Internazionale “Città di Pomezia” con   L’ablazione di un sogno (Sezione Poesia Singola)

2019

  • Concorso “Libera i tuoi versi… poetando a Montopoli” con   paragrafo 175 (Sezione Adulti)Trofeo Internazionale “Medusa Aurea” organizzato dalla Accademia Internazionale di Arte Moderna di Roma (Poesia Inedita, Categoria Nazionale)
  • Premio Letterario “Affabula – L’arte di raccontare storie” organizzato dal Comune di Fucecchio (Sezione performance poetica)
  • Concorso Letterario Nazionale “Capire per capirsi” con   Come una virgola di farfalla – dedicata a Stefano Cucchi)
  • Premio Letterario Nayionale “La farna d’oro – In terra nostra scripta apparuerunt” organizzato dalla Città di Farnese e dalla Associazione Socio-Culturale Farnese e Tuscia Vierbese con   Francesco giocava con le bambole (Volterra, 1959)
  • Premio di Poesia “Elio Sinisgalli – Città di Gallicchio 2019” con   Fragile come pan di zenzero, forte come il vento – dedicata ad Antoun (mio compagno di banco)
  • Premio di Poesia organizzato dal Comune di Villa Cortese con   Canto di un minatore per un cuore d’oro – dedicata a Nic Sheff
  • Premio Mondiale di Poesia “Nosside” [Patrocinio Morale dell’UNESCO] con   Cristo con violino
  • Concorso Osio Scrive “Parole in poesia” dedicato a Elisabetta Taddeo Watzke con   Figlio delle madri che non sono – a Davide, mio figlio che non è (stato)

2020

  • Premio Letterario Mondiale “Golden Aster Book” organizzato dalla Aster Academy con   Il mare è la nostra selva e la nostra speranza - dedicata a Reinaldo Arenas (Cuba, 1979)
  • Premio Letterario Clepsamia organizzato con le VJ Edizioni con   Canto di un minatore per un cuore d’oro – dedicata a Nic Sheff


Pubblicazioni

  • Frammenti di parole, GDS, 2010
  • SoundtrackS, David and Matthaus, 2014
  • Le trentatré versioni di un’ape di mezzanotte, Progetto Cultura, 2015
  • Infinitesimalità, VJ Edizioni, 2016
  • Istantanee Donna (poesie al femminile), Le Mezzelane, 2017
  • polaroiD, cinquemarzo edizioni, 2018
  • Il dopo, che si ripete sempre in sordina, Editore il Fiorino, 2018
  • Asintoti e altre storie in grammi, Le Mezzelane, 2019

Intervista di WikiPoesia

A cura di Maria Luisa Dezi (aprile 2020)

Per te la poesia non è una passione ma è molto di più: è una disposizione naturale, una vocazione, per citare le tue parole. Da quando questo?

Esattamente. Io parlo di una vocazione, di un dono, di una natura a cui non puoi sottrarti. Non saprei dirti però quando ho realizzato questo. Mi sono dedicato a diverse arti, principalmente musica, prima di arrivare alla poesia, ognuna però troppo “stretta” o incompleta per me, non adatta diciamo per potermi esprimere e poterlo fare veramente, a “piene parole”.


A che cosa ti ispiri per scrivere le tue poesie?

Le mie poesie sono principalmente storico-civili. A me piace molto leggere, ascoltare e documentarmi. Le poesie nascono da un fatto, racconto o emozione che richiede di essere raccontata.


Che cosa è, invece, la poesia teatralizzata?

Siamo tutti d’accordo, credo, nel ritenere che la poesia ha poco mercato e che le persone non amano leggere versi. Pertanto ho pensato di avvicinare la poesia alle persone,  non solo lettori,  scegliendo quelle più adatte per essere vestite e rappresentate. Ho deciso così di unire la recitazione “nuda” ,una recitazione a tu per tu con i presenti, a piedi scalzi e senza alcuna aggiunta alla parola, ad altre arti come la musica e la danza per creare una specie di movimento di sensi, di viaggio nelle mie storie, di sperimentazione anche visuale ma sempre tangibile e vera, umana. L’anno scorso mi è stato conferito un riconoscimento per queste mie performances, un riconoscimento che significa molto per me.  

Una tua raccolta di poesie  è dedicata completamente alle donne. Si chiama “Istantanee Donna – poesie al femminile”. Che messaggio hai voluto trasmettere con questa raccolta?

Mi era stato fatto notare che le mie poesie sono prevalentemente al femminile, pertanto ho pensato di sceglierne alcune e unirle in questa raccolta, appunto Istantanee Donna, che, umanamente e non solo, mi ha dato molte soddisfazioni. Ho girato l’Italia con uno spettacolo per presentare questo mio libro e, attraverso esso, per parlare della donna e fare capire quanto sia importante rispettare le fragilità e proteggerle. Direi che è (stata) un’ attività di educazione, un dovere che ho sentito in quanto uomo, alla diversità come valore, come bellezza; e dunque un’ attività di educazione, anche come poeta, all’ accettazione di quanto non ci assomiglia e fa paura.


Lasci andare con facilità una tua opera o ci lavori su parecchio per raggiungere quella che pensi sia la perfezione?

Per quanto riguarda la poesia, almeno per me,non credo esista la perfezione. Credo piuttosto nella capacità e nell’ urgenza di raccontare, prima di studiare e approfondire, e dopo di avere la certezza di aver detto esattamente quello che volevo e dovevo dire. La poesia, quella vera,  non è perdere tempo, ma sangue che sgorga.


In quale tuo libro o poesia ti identifichi di più?

Ogni poesia e ogni libro sono, per me, un figlio. Certamente posso dirti che il mio libro preferito è forse polaroiD, pubblicato per le edizioni Cinquemarzo e per il quale ho collaborato con un artista brasiliano che ho scoperto su Instagram. Un libro perfetto, con alcune delle mie poesie più importanti e più belle, che non ha avuto l’attenzione che meritava.  

Una cosa che trovo interessante è che collezioni 45 giri da tutto il mondo. Ne hai 2000, giusto? Come hai iniziato a collezionarli?

Possiedo una collezione di duemila 45 giri provenienti da tutto il mondo, con incisioni molto rare e introvabili. A casa mia si è sempre ascoltata molta musica, e grazie a un programma che andava in onda su Raidue in seconda serata – Cocktail d’amore – ho iniziato a frequentare i mercatini del disco e quelli d’antiquariato, che mi hanno permesso di andare oltre quella conoscenza musicale che avevo.  

Poi ami molto leggere, vero? Qual è l'ultimo libro che hai letto?

Sono un lettore appassionato e passionale, amo “possedere” i libri e non presto i miei libri né leggo libri che mi prestano e che solitamente rifiuto. L’ultimo libro che ho letto è Si baceranno domani di Eduardo Santiago. L’ho amato perché, a parte la traduzione perfetta, cosa abbastanza rara in Italia, mi ha permesso di viaggiare nella Cuba degli anni 60 e capire la differenza tra il periodo pre- e quello post-Castro. Non è un caso se poi ho scritto una poesia, la seconda dedicata a Cuba, sulla situazione invivibile che si nascondeva dietro un leader da molti,  non cubani, ovviamente,osannato .

Ami anche viaggiare. Il tuo viaggio più interessante?

Ci sono molti viaggi,soprattutto in Italia, che porto nel cuore. Due però,e non in Italia, sono stati importanti per me. Il mio primo e vero volo, verso Los Angeles nel 2013. Ho sempre avuto paura di salire sull’aeroplano e da solo mi sono regalato questo viaggio lungo verso gli USA. Sono tornato con la precisa idea che si tratta di un paese plastico in cui non vivrei mai. Il secondo viaggio che ricordo con affetto è stato il ritorno nella mia città, Zurigo,  in un periodo dell’anno in cui era coperta da talmente tanta neve che sembrava di vivere in una fiaba. Ne sento ancora la magia.