Regolamento sulle modalità di convocazione del Congresso di WikiPoesia, sulle modalità di partecipazione e di voto degli iscritti, sulla presentazione delle candidature agli organi statutari

Articolo 1 (Convocazione del Congresso, partecipazione degli iscritti e ruolo della Commissione di garanzia congressuale)

1. Entro il 15 dicembre 2019 il presidente di WikiPoesia, sentito il Consiglio Direttivo, convoca il Congresso di WikiPoesia per il giorno 3 gennaio 2020.

2. Entro il 30 dicembre 2019 il Consiglio nomina una Commissione di garanzia congressuale, composta da tre membri e presieduta dal Presidente dell’Assemblea di WikiPoesia, incaricata di vagliare, in base alle norme dello Statuto, l’ammissibilità delle candidature alle cariche statutarie e degli altri atti congressuali assegnati alla sua competenza. La Commissione di garanzia congressuale delibera a maggioranza dei voti espressi; in caso di parità prevale il voto del Presidente.

3. Il Congresso approva il progetto e gli obiettivi generali di WikiPoesia; elegge i componenti dell’Assemblea e della Direzione; approva le modifiche allo Statuto; adotta le scelte sulle linee programmatiche di WikiPoesia.

4. Hanno diritto di voto tutti gli iscritti a WikiPoesia fisicamente presenti al Congresso, purché abbiano perfezionato l’iscrizione entro il 3 gennaio 2020.

5. A tutti gli iscritti è riconosciuto il diritto di candidatura agli organi deliberativi ed esecutivi di WikiPoesia, la sottoscrizione di candidature, di proposte di modifica dello Statuto e di documenti, secondo le norme dello Statuto.

6. Al Congresso partecipano altresì senza diritto di voto gli ospiti esterni, gli osservatori e gli aderenti ai gruppi territoriali e tematici.

Articolo 2 (Composizione della Presidenza e della Segreteria di Presidenza)

1. Il Presidente del Congresso è il Presidente dell’Assemblea di WikiPoesia. Fanno parte della Presidenza del Congresso i relatori di WikiPoesia.

2. La Presidenza nomina la Segreteria di Presidenza, composta da un Segretario.

Articolo 3 (Fase precongressuale: candidatura agli organi deliberativi ed esecutivi, presentazione di documenti e di emendamenti allo Statuto)

1. Entro il 3 gennaio, le candidature agli organi deliberativi ed esecutivi di WikiPoesia, con i relativi documenti e le sottoscrizioni richieste (un decimo degli iscritti al 31 dicembre 2019 per le candidature a Segretario) sono inviate secondo le modalità stabilite dalla Commissione di garanzia congressuale all’indirizzo di posta elettronica wiki@wikipoesia.it. La Commissione, vagliata la regolarità delle candidature, le pubblica sul sito web di WikiPoesia. In caso di irregolarità di presentazione di una candidatura, la Commissione di garanzia congressuale concede due giorni ai proponenti per la rettifica o l’integrazione, trascorsi i quali la candidatura è accolta o respinta.

2. Entro il 3 gennaio 2020, le proposte di modifica dello Statuto, corredate dalle firme di almeno un decimo degli iscritti a WikiPoesia al 31 dicembre 2019, sono inviate all’indirizzo di posta elettronica, secondo le modalità stabilite dalla Commissione di garanzia congressuale. Ciascun iscritto può presentare una sola proposta di modifica dello Statuto, anche complessiva.

3. Dalla data di presentazione delle candidature e fino a due giorni dall’apertura del Congresso, il sito web di WikiPoesia promuove un dibattito online tra i candidati agli organi esecutivi, riconoscendo a tutti parità di accesso.

Articolo 4 (Fase congressuale)

1. Il regolamento e l’ordine dei lavori del Congresso sono deliberati dalla Commissione di garanzia congressuale. Gli emendamenti al regolamento e all’ordine dei lavori devono essere presentati per iscritto entro l’orario di inizio del Congresso con la firma di almeno il 20% dei congressisti presenti. Ogni congressista può presentare una sola proposta di emendamento al regolamento e uno all’ordine dei lavori, anche complessivi.

2. Le mozioni d’ordine possono essere presentate per iscritto da ogni congressista e sono valutate dalla Presidenza che può dichiararle insindacabilmente inammissibili o sottoporle al voto dell’assemblea.

3. All’apertura del Congresso, il primo punto dell’ordine dei lavori, dopo le relazioni e l’approvazione del regolamento e dell’ordine dei lavori, è la discussione delle proposte di modifica dello Statuto. L’ultimo punto dell’ordine dei lavori è l’elezione degli organi statutari, lo scrutinio dei voti e la proclamazione degli eletti.

4. Il regolamento e l’ordine dei lavori disciplinano il dibattito del Congresso in modo da favorire la più ampia partecipazione degli iscritti e uguali condizioni alle liste e alle candidature presentate.

5. In ogni caso, salvo diversa e insindacabile decisione della Presidenza, i tempi di intervento nella discussione congressuale sono uguali per tutti gli iscritti e non possono superare i 5 minuti. Può essere stabilito dalla Commissione di garanzia congressuale un più ampio tempo di intervento per i candidati alla segreteria e per i capilista delle liste per l’Assemblea.

6. Il regolamento e l’ordine dei lavori disciplinano la presentazione e la discussione dei documenti di indirizzo programmatico presentati dai candidati alla segreteria e dalle liste per l’elezione degli altri organi statutari.