Cheikh Tidiane Gaye

Da WikiPoesia.
Versione del 21 ago 2019 alle 08:24 di Admin (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Cheikh Tidiane Gaye. (21 febbraio 2019). Wikipedia, L'enciclopedia libera. Tratto il 17 agosto 2019, 20:46 da //it.wikipedia.org/w/index.php?title=Cheikh_Tidiane_Gaye&oldid=102907292.


Cheikh Tidiane Gaye è nato a Thiès in Senegal nel 1971. E' uno scrittore, poeta senegalese naturalizzato italiano.

Partecipa a numerosi incontri, e attività culturali riguardanti la letteratura africana e la letteratura d'immigrazione. Si distingue in numerosi campi, lasciando contributi come poeta, romanziere.

Figura nota nella letteratura migrante in lingua italiana, ha pubblicato diversi libri di racconti e alcune delle sue opere poetiche sono bilingue. È conosciuto come un seguace dei cantori dell'oralità africana[1] ed è il primo africano a tradurre in italiano il grande poeta della Negritudine nonché il primo presidente della repubblica del Senegal: Léopold Sédar Senghor.

Alle elezioni comunali a Milano del 2011, è stato candidato a sostegno del centro sinistra nella Lista Civica Milano Civica X Pisapia Sindaco.

Vive in Italia nella provincia di Monza e della Brianza ad Arcore.

Nel 2015 ha ideato il Premio Letterario di Poesia e Narrativa Città di Arcore.

Nello stesso anno ha fondato ed è presidente del Premio Internazionale di Poesia Léopold Sédar Senghor.

Nel 2018 ha fondato la casa editrice Kanaga Edizioni.[2]

Libri di poesia

Rime abbracciate

  • Cheikh Tidiane Gaye, Rime abbracciate - L'étreinte des rimes, Parigi, Éditions L'Harmattan, 2012, ISBN 9782296559103[3]. Raccolta poetica bilingue pubblicata insieme alla poetessa Maria Gabriella Romani con prefazione della poetessa ivoriana Tanella Boni.

Curve alfabetiche

  • Cheikh Tidiane Gaye, Curve alfabetiche, Melegnano, Edizione Montedit, 2011, ISBN 9788865870808[4].

Ma terre mon sang

  • Cheikh Tidiane Gaye, Ma terre mon sang, Ruba Editions, Senegal 2018, ISBN: 978-2-91-949223-7[5][6]

Il sangue delle parole

  • Cheikh Tidiane Gaye, Il sangue delle parole, Kanaga Edizioni 2018, ISBN: 978-88-32152-06-7[7]

Ode Nascente

  • Cheikh Tidiane Gaye, Ode nascente - Ode naissante, Milano, Edizione dell'arco, 2009, ISBN 978-8878761216[8]. Con prefazione di Itala Vivan.
  • RIPUBBLICATO DA KANAGA EDIZIONI, ISBN: 978-88-32152-04-3[9]

Il canto del djali

  • Cheikh Tidiane Gaye, Il canto del djali - Voce del saggio, parole di un cantore, Milano, Edizione dell'arco, 2007, ISBN 9788878760868.
  • RIPUBBLICATO DA KANAGA EDIZIONI, ISBN: 978-88-32152-02-9[10]

Traduzioni

  • Cheikh Tidiane Gaye, Léopold Sédar Senghor: il cantore della negritudine, Milano, Edizione dell'arco, 2013, ISBN 9788878761506.[11]

Poesie pubblicate su WikiPoesia

Collegamenti esterni

Note